Eventi
30
Giugno
2022
30.
06.
2022

L'impegno per l'innovazione si rafforza con USI Transfer

2978af9cb2da82da4fac76f860f2af94.jpg

Servizio comunicazione istituzionale

19 Aprile 2022

Si è svolto nelle scorse settimane al Campus Est Lugano “USI Meets Industry”, un momento di incontro tra aziende e accademici che ha visto coinvolti più di 100 partecipanti. In questa occasione sono stati inaugurati gli speed meeting, incontri di un quarto d’ora tra aziende e professori molto apprezzati da entrambe le comunità, ed è stata presentata la nuova parte del sito USI con a tema l’innovazione, all'interno della quale è ospitata la sezione dedicata a USI Transfer, l'unità strategica dell'Università in ambito di trasferimento del sapere. 

L’Università della Svizzera italiana promuove attivamente l’innovazione, il trasferimento tecnologico e le relazioni con le aziende. Il suo impegno in questo ambito si sviluppa e si concretizza in particolare a partire dal 2018, quando in seno al Servizio ricerca viene istituito un Technology Transfer Office (TTO) dedicato. Il TTO opera all'interfaccia tra Università e industria a sostegno del trasferimento tecnologico, dedicandosi in particolar modo alla gestione attiva dei processi di protezione della proprietà intellettuale e della negoziazione di contratti con l’industria. Dopo il successo imprenditoriale di Humabs Biomed SA (spin-off dell’istituto affiliato IRB) dal 2018 l’USI ha concluso diversi contratti di licenza inerenti le proprie scoperte, trasferendo il lavoro svolto dai suoi ricercatori con tre spin-off accademici, Fabula AI (nel frattempo acquisita da Twitter), MV Biotherapeutics SA (dell’istituto affiliato IRB) e BigOmics Analytics SA (dell’istituto affiliato IOR). Concrete storie di successo che vedono la ricerca di base trasformarsi in innovazione. Il frutto della collaborazione dell’USI con aziende attive sul territorio emerge da parte sua soprattutto dai dati relativi ai nuovi progetti Innosuisse, con una cifra di 2,5 milioni di CHF nel 2020 e con 25 progetti approvati a partire dal 2019 che hanno coinvolto quattro Facoltà e 12 partner esterni. 

Nel concorrere all’innovazione e allo sviluppo del territorio, l’Università promuove anche l'imprenditorialità sostenendo in particolare i progetti di start-up in fase sviluppo con le attività dell’USI Startup Centre, istituito nel 2004. L’USI Startup Centre sostiene gli imprenditori nella fase iniziale di realizzazione delle loro idee e aiuta le startup ad avere successo fornendo il supporto di cui hanno bisogno in ogni fase del loro percorso di crescita. Ecco alcuni dati: nel 2021 sono stati 89 i progetti imprenditoriali che hanno chiesto di entrare nell'incubatore, il 35% dei quali proveniente da studenti, ricercatori e alumni USI; al 2021 erano 28 i progetti di start-up incubate in cinque diversi settori: ICT, Life Science, Engineering, Energy and Environment e Social Science and Business Management; 5 start-up incubate hanno raccolto quasi 3 milioni di CHF da VCs e Business Angels; 11 progetti di start-up hanno ricevuto un importo totale di 815'000 CHF sotto forma di premi in denaro, borse di ricerca, crowdfunding o altri sostegni (rapporto annuale 2021).

Come ulteriore passo nella cornice della sua missione di servizio alla comunità e del suo impegno a concorrere allo sviluppo economico, sociale e culturale del territorio e della collettività, nel 2021 l’USI promuove ulteriormente l’innovazione e il potenziamento delle relazioni aziendali tramite la creazione di un nuovo Prorettorato per l’innovazione e le relazioni aziendali.

Ed è proprio all’interno di questa iniziativa che viene avviata l’unità strategica USI Transfer, che offre sostegno alle aziende e ai ricercatori in relazione all’accessibilità e trasferimento del sapere. In questo modo l'USI con gli Istituti affiliati (Istituto di ricerca in biomedicina - IRB, Istituto oncologico di ricerca - IOR e Istituto ricerche solari di Locarno - IRSOL) contribuisce al rafforzamento della competitività delle aziende, svizzere in primo luogo.

“USI Transfer è il punto di contatto per il mondo aziendale e l’Università. Le eccellenze e le competenze dell’USI sono messe a disposizione delle aziende con l’obiettivo di promuovere le relazioni e trasformarle in progettualità e opportunità”, afferma Luca Maria Gambardella, Prorettore per l'innovazione e le relazioni aziendali.

Ai primi di aprile del 2022, l'USI ha pubblicato una nuova sezione sull’innovazione e un'area dedicata a USI Transfer sul sito web istituzionale, per valorizzare e dare maggiore visibilità al proprio impegno nel settore. Il rafforzamento delle attività e il ruolo dell’Università si esprimono nelle molteplici iniziative di innovazione, nel suo coinvolgimento nel Sistema regionale dell’innovazione (SRI) del Canton Ticino e nei dati in crescita dal 2018 in ambito di trasferimento tecnologico quanto a contratti di ricerca, domande di brevetto, IP Agreements, spin-off (come emerge dai dati del rapporto Swiss Technology Transfer Association, swiTTreport2021).

 

Facoltà